Ogni viaggio un esame..

Itinerario guidato in Namibia

Stato indipendente dell’Africa, la Namibia è un’esperienza tutta da vivere a pieni polmoni. E’ esattamente come ce la si potrebbe aspettare: ricca di panorami da immortalare e impossibili da dimenticare, combattuta fra vegetazione smagliante, mare di cristallo e deserti aridi e fascinosi.

La sua capitale Windhoek è ottimo punto di partenza per un tour alla sua scoperta che vi porterà da un capo all’altro dello stato, affamati d’avventura e di paesaggi impagabili.

L’attrazione principe che davvero non ci si può esimere dall’assaggiare è quella delle cascate di Santa Vittoria. Non si trovano esattamente in Namibia eppure il territorio è tanto suggestivo che consigliamo di non perdere l’occasione. Attoniti si potrà assistere al potere spettacolare dell’acqua ed alla potenza della natura.

Il salto che compie il fiume Zambesi è di oltre 100 metri che gli regalano la spinta per correre ancora per lunghi chilometri. Non esiste una stagione a cinque stelle per visitare questo incredibile frammento d’Africa eppure i mesi che vanno da settembre fino a novembre sono in generale definiti i più soddisfacenti per questo genere di escursione soprattutto perché il Mosi Oa Tunya soffia più sofficemente non sollevando tutti i vapori della cascata portentosa.

Anche l’Etosha National Park è un micro cosmo namibiano da non perdere soprattutto se amate osservare, fotografare e ammirare animali “non convenzionali”. Strade comode, buona organizzazione del parco rendono un tour all’interno di questo meraviglioso lembo di terra davvero indimenticabile e semplice anche per i viaggiatori meno esperti ed attrezzati. All’interno del parco tende e bungalows per trascorrere giornate indimenticabili.

Da non perdere anche il Sossusvlei, ideale per gli amanti del deserto. Dune rosse vi abbracceranno alte fino a trecento metri, tanto da regalarvi la sensazione d’essere a mollo in un mare di morbidissima sabbia. Intrigante la visita alla pozza degli alberi morti di dead Vlei. Non dimenticate la macchina fotografica!

Infine non da meno la Skeleton Coast che deve il suo nome alle numerose imbarcazioni ed equipaggi che trovarono la morte sulla costa. Paesaggi suggestivi e selvaggi v’attendono.
photo credits

Nessun commento:

Posta un commento