Ogni viaggio un esame..

Ponte dell’8 dicembre a Catania: guida ed offerte

La Sicilia è un sogno, una terra unica, ricca di cultura ed eccellenze. Per questo è un’ottima scelta per una viaggio in occasione del ponte dell’ 8 dicembre 2011 data in cui si festeggia l’ Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria che, tra l’altro, quest’anno cade di giovedì regalando 4 giorni di vacanza.

Ma quale città siciliana scegliere?

Oggi vi suggeriamo Catania,città dominata dall’Etna con un centro storico di garnde rilevanza ricco di palazzi e monumenti barocchi, e una terra caratterizzata da svariati tipi di paesaggi. È stata proprio la sua posizione ai piedi dell’Etna a generare un territorio così variegato per i terremoti e le colate laviche che si sono susseguite nel corso dei secoli e l’hanno plasmato.

Se da un lato queste frequenti attività sismiche hanno dato vita a paesaggi così eccezionali e suggestivi, dall’altro hanno causato la distruzione di una gran parte di reperto storici di epoca greca e romana.
Ancora oggi si poccono comunque ammirare chiese, monumenti e splendidi esempi di barocco settecentesco passeggiando per il centro, per via dei Crociferi e lungo l’Etna.

Itinerario

La visita non può che iniziare da Piazza Duomo, quindi dalla Cattedrale che custodisce le reliquie di Sant’Agata, la patrona della città. Giunti nella Piazza non si può non notare la Fontana dell’Elefante o Liotru. Si tratta di una statua d’epoca romana costruita in petra lavica che raffigura l’elefante, l’animale che secondo la leggenda nel’antichità liberò Catania dalle bestie feroci.

Passando per via Vittorio Emanuele si giunge a Via dei Crociferi, tra le più belle zone di Catania, dove si trovano la maggior parte delel chiese e dei monumenti in barocco siciliano. Lungo la via si incontrano l’ arco e la chiesa di San Benedetto, la Chiesa di San Francesco Borgia, la Chiesa di San Giuliano e la Chiesa di San Camillo.

A questo punto si può proseguire lungo Via Etna considerata il salotto di Catania e meta di lunghe passeggiata tra le vetrine dei negozi mentri si ammirano splendidi palazzi e alzando gli occhi si scorge la sagoma dell’Etna. Qui si incontra Piazza Università e all’incrocio con via Sangiuliano si trovano i Quattro Canti, quattro palazzi dello stesso stile architettonico che formano uno spiazzo a forma ottagonale.
Proseguendo per Via perrotta si arriva al famoso Teatro Massimo Vincenzo Bellini.

Infine da non perdere il medievale Castello Ursino, eretto nel 1240 come fortezza d’avvistamento e sopravvissuto ai terremoti, e l’ orto botanico che ospita diverse architetture neoclassiche.

Durane una vacanza a Catania, però, non può mancanza una visita ai mercati che sono il cuore pulsante della città antica, in particolare il Mercato del pesce, il Mercatino delle Pulci e la Fera o Luni.

Dove mangiare

Una long weekend addolcito dalla cucina catanese, la migliore di tutta la Sicilia, che propone ottimo pescato a prezzi davvero contenuti, i famosi arancini, una rigenerante granita al caffè e una vasta scelta di dolci, cannoli, cassate, cornetti ripieni di gelato, cornetti-granito
Ecco un paio di suggerimenti
  • Osteria Antica Sicilia, prestigioso ristorante nel centro storico che offre un ambiente confortevole e ottima cucina abbinata a preziose etichette. Consigliata per il pesce
  • Il Cirneco, quinto nella classifica di Tripadvisor e descritto come un delizioso bistrot al centro di Catania con pochi tavoli e un arredamento informale. Piatti che esaltano i sapori e nei quali è evidente la qualità ela passione dello chef
Offerte
Su logitravel.it si trovano al momento le migliori proposte per un viaggio per il ponte dell’immacolata a Catania, da una nostra scansione, se ne conoscete altre segnalate!

Nessun commento:

Posta un commento