Ogni viaggio un esame..

Suzhou: la Venezia cinese

Che Suzhou somigliasse alla nostra Venezia ci è stato detto fin dal primo giorno di viaggio, ma in verità difficilmente ci si crede se non la si vede. Effettivamente questa cittadina è un ordinato dedalo di canali che si attraversano con i caratteristici battelli cinesi. Ma non è famosa solo per le acque e per il fatto d’essere attraversata dal Grande Canale Imperiale; quello che rende per davvero famosa Suzhou sono i suoi giardini.


photo credits
Sono decisamente più piccoli rispetto a quelli di Pechino, dove tutto è grande e tutto è creato per stupire, eppure quelli di Suzhou sembrano più curati, più armonici, più belli per dirla in una parola. Ce ne sarebbero davvero tanti da visitare, ma il mio consigli è quello di concentrarsi principalmente su due, antichi e gradevoli.

Purtroppo nelle ore di punta sono letteralmente presi d’assalto, ma ciò non toglie loro il fascino suggestivo di cui godono. Il primo in assoluto che consiglio di visitare è quello del Maestro delle Reti, forse il più piccolo che ho potuto esplorare, ma anche il più grazioso. Se il tempo ve lo consente merita ugualmente una visita il giardino dell’Amministratore Umile, anch’esso intricato percorso di sentieri che si mescolano armonicamente con acqua, verde e rocce sorprendenti.

Del canale imperiale abbiamo già parlato, eppure vederlo senza attraversarlo non vi consentirà di assaporare il fascino della Suzhou vecchia. Sul canale, esattamente come accade a Venezia, vi si affacciano case, ben più povere rispetto a quelle veneziane ma non per questo meno interessanti.

Richiede almeno una mezza giornata la visita alla Collina della Tigre con tanto di pagoda e ovviamente di giardino. In cima della collina, esattamente dove sorge la pagoda, riposa il fondatore della città, che per altro ha la possibilità di ammirare un meraviglioso museo a cielo aperto di Bonsai. Se qualcuno di voi ne è assiduo coltivatore, consiglio una visita.

Nei pressi di Suzhou inoltre si potranno visitare due bellissimi villaggi, il primo è quello di Tongli, il secondo prende il nome di Lutzi. Entrambi sono davvero pittoreschi e caratteristici, percorsi da affascinanti canali che regalano un aspetto pacifico e pacato a tutto il dintorno.

Nessun commento:

Posta un commento