Ogni viaggio un esame..

Il quartiere di Saint Germain des-Prés a Parigi: cosa vedere, cafè e ristoranti

Pittoresco e bohemien il quartiere di Saint Germain des Pres è la zona di Parigi più amata da intellettuali e artisti. Situato nel sesto arrondissement è il quartiere più rappresentativo dell’atmosfera e dello stile parigino: viali alberati, paesaggi affascinanti, caffetterie popolate da intellettuali, eleganti vetrine e interessanti stili architettonici.

È il luogo dove Sartre, Voltaire e la cremè degli intellettuali parigini trascorrevano le loro giornate e amavano prendere il caffè e dove si narra sia andato D’Artagnan a cercare la sua Milady.
Il quartiere di Saint Germain prende il suo nome dalla omonima chiesa e dall’ abbazia benedettina e nasce nel IX secolo nel segno di un sentimento anticonformista ed internazionale che forse oggigiorno ha in parte perso. Sicuramente il quartiere, però, conserva il fascino e la storia delle sue origini ed è disseminato di caffè letterari, bistrot e locali jazz che ti immergono nella vera Parigi.

Cosa vedere a Saint Germain

La visita nel quartiere di Saint Germain non può che partire dalla omonima chiesa risalente al 542, la chiesa più antica di Parigi in assoluto e tra le più importanti abbazie della capitale francese. L’interno della chiesa colpisce per lao splendore delle imponenti volte gotiche, gli archi romanici, le colonne di marmo risalenti al secolo VI e per la particolarità della campana custodita in una delle vecchie torri della Chiesa.

Uscendo dalla Chiesa si può ammirare la scultura di Picasso in onore dell’amico poeta Guillaume Apollinaire, un busto collocato nel parco prospiciente alla chiesa. Proseguendo ci si imbatte nel Palais Abbatial, residenza degli abati dal 500 al 700 caratterizzata da mattoni decorati a bugnato sugli archi delle finestre e da un semi timpano sul portone d’ingresso.

A questo punto ci si può concedere una visita al mercato di St Germain, mercato coperto situato in Rue Felbien dove respirare la tipica atmosfera parigina.
Da non perdere infine il Museo Delacroix, situato nella piccola rue de Furstenberg dietro la chiesa di St-Germain-des-Près, allestito nella casa dove Delacroix visse e lavorò fino alla morte.

Caffè e ristoranti a St Germain

Caffè letterari frequentati da intellettuali, artisti e musicisti rappresentano la vera natura del quartiere di St. Germain des Press. Ma quali sono quelli da non perdere?

Il Café Les Deux Magots dove si può provare l’emozione di sedere agli stessi tavoli di artisti come Picasso, di scrittori come Hemingway, Sartre e Camus. È uno dei più antichi caffè di Parigi che deve il suo nome a un vecchio negozio di liquori che prima occupava il suo posto e che acquista una certa fama per la frequentazioni di tutti i più celebri intellettuali parigini.
Il servizio è eccellente, i camerieri vestiti di bianco e nero secondo la tradizione servono vino, champagne o liquori prima che il cliente le ordini. Fiore all’ occhiello è la cioccolata preparata in pentole fumanti. Naturalmente tutto ha un prezzo!

Il Café Le Procope, il più antico caffè d’Europa in rue de l'Ancienne-Comédie 13, inaugurato nel 1686 dal siciliano Giuseppe Procopio Coltelli e oggi trasformato in un ristorante. Da sempre frequentato da uomini illustri ti riporta indietro nel tempo.

Il Café de Flore, locale preferito da Ernest Hemingway, dove si respira un’atmosfera intrisa di storia e di charme grazie alla signorine parigine doc che sfoggiano le loro stravaganze e la loro eleganza.

La Brasserie Lip, istituzione parigina dove poter gustare le specialità della cucina alsaziana presentate in maniera austera ma in grandi quantità e immersa nell’ atmosfera della belle epoque.

Nessun commento:

Posta un commento