Ogni viaggio un esame..

Barriera corallina e centri subacquei di Sharm

I migliori siti per l'immersione subacquea a Sharm El Sheik? C'è solo l'imbarazzo della scelta, dal Garden alla parete di Rass Umm Sidd alle emozionanti immersioni nel reef di Tiran.

I centri subacquei della zona, tra cui il Dive Center Sharm El Sheikh, organizzano in genere numerosi programmi ed itinerari che prevedono dalle due alle tre immersioni per volta. Qui intendiamo segnalarvi i siti assolutamente da non perdere.



L'immersione al relitto Thistlegorm, affondato nel 1941 da un bombardiere tedesco. A più di mezzo secolo di distanza il relitto si mantiene in buone condizione e ospita ogni tipo di flora e fauna marina. Si trova a circa 4-5 ore di navigazione da Sharm e la sua visita prevede in genere due immersioni. La prima all'esterno dell'imbarcazione, il giro parte dalla poppa, passando dalla grande elica si arriva al ponte di poppa, dove sono situati il cannone e l'armamento contraereo.

Si procede raggiungendo il ponte superiore dov'è collocata la cabina del capitano con tanto di vasca da bagno e termosifone. Infine si passa alla prua dov'è facile incontrare barracuda, pesci pipistrello e cernie. Nella seconda immersione invece si va all'esplorazione delle grandi stive di prua dove sono conservate numerose automobili morris e motociclette BSA.

Immersioni al parco Ras Mohammed. Si trova nella parte più meridionale del Sinai ed è il sito che ospita i grandi pelagici, come lo squalo pinna bianca, pinna nera, grigi e mante.

Provendo da Sharm si incontra per prima Shark Reef, i subacquei vengono fatti scendere sottocosta per ammirare la splendida e coloratisima parete che sprofonda nell'abisso, la profondità è molto elevata, ma in genere sono vietate le immersioni al di sotto dei 30 metri. Procedendo verso ovest si incontrano murene tropicali e pesci pagliaccio.

Infine si giunge a Jolanda Reef che a differenza di Sharm Reef presenta un fondale variegato che alterna profondità dai -7 ai -15 con l'abisso blu. Nella parte più occidentale è presente un relitto che trasportava containers sanitari destinati al mercato locale ed è qui che termina l'immersione.

Altri punti d'immersione particolarmenti interessanti a Sharm El Sheikh sono il Near Garden, il Middle Garden e il Far Garden dove si possono ammirare bellissimi alcionari dalla forma di gigantesche caramelle, bellissimi pinnacoli corallini e banchi di pesci colorati.

Se si è fortunati è possibile incontrare anche tartarughe verdi. Insieme a Ras Gamilla rappresentano i siti per le immersioni più semplici da praticare. Per i più esperti suggeriamo invece lo stretto di Tiran e Jackson Reef, per ritrovarsi completamente circondati di anthias rossi, da pesci balestra e sergenti maggiore.
photo credits

Nessun commento:

Posta un commento