Ogni viaggio un esame..

A Parigi per Pasqua 2017: itinerari ed idee

Paese che vai, tradizione che trovi. Sempre che non nasci in una famiglia multiculturale, allora sì che diventa tutto una gran confusione. Parliamo ad esempio di Pasqua. In Italia la Pasqua è fortemente radicata alle sue origini religiose, processioni, rami d'ulivo benedetto, colombe di pace.

Certo, c'è lo scambio di uova, ma anche lì andando al di là di Tommy & Jerry disegnati sulla carta colorata e delle sorprese, si può ritrovare in quel gesto il simbolo della Rinascita di Gesù. Simboli a parte a Pasqua, il gran da fare dei bambini, qui da noi, è fare la conta delle decine di uova ricevute dai parenti. Io, ne ho sempre ricevuto al massimo uno, quando la zia si ricordava di regalarmelo.


photo credits
In compenso però, la mattina di Pasqua, a casa mia, partiva una incredibile caccia alle uova, sapientemente nascoste dal coniglietto di Pasqua la notte prima, cosa che mi faceva sentire molto speciale.

Crescendo ho capito che questo modo eccentrico di festeggiare la Pasqua non era invenzione di mia mamma, che è svizzera, ma riprende una tradizione pre-cristiana, fortemente sentita nel Nord Europa. Si celebra la dea della fertilità Eastre, e provate ad indovinate perchè il coniglio (o la lepre) fosse il suo simbolo?

Parigi, è un po' come me, nel mezzo di queste tradizioni, tra il sacro ed il pagano. Immancabile per i parigini la messa della Domenica di Pasqua nella Cattedrale di Notre-Dame. Le campane sono in festa, eccezion fatta per il Venerdì Santo, giorno di lutto, quando si dice ai bambini che le campane non suonano perchè sono volate a Roma.

Canti gregoriani, agnello arrosto e dolci pasquali, riprendono da vicino la Pasqua religiosa alla quale siamo abituati, se andate alla pasticceria Fauchon troverete persino delle finissime uova di cioccolato artigianale. Forse mancano le processioni, ma a dir il vero anche nel Nord Italia, mi sa non siano una vera e propria usanza.

Parigi tuttavia rientra a pieno anche tra le città NordEuropee, quindi non sorprendetevi se durante il periodo pasquale troverete le vetrine dei negozi decorati con immagini di lepri in salopette che spingono carrelli pieni di uova colorate, i supermercati sono forniti di tutto l'occorrente per dipingere al meglio le vostre uova sode, e qui le uova le trovate facilmente anche bianchissime, semplici da decorare.

Ma soprattutto, la domenica pomeriggio ed il lunedì dell'Angelo (o di Pasquetta), i parchi parigini, e non solo, vengono allestiti per incredibili cacce alle uova, a cui partecipano centinaia di persone, bambini, adulti o ragazzi, senza distinzione.

Un'incredibile caccia alle uova verrà organizzata per la Pasqua 2017 anche allo zoo, situato nei Giardini del Chateau de Thoiry. Ottomila uova di cioccolata saranno nascoste del giardino del castello, ma ci saranno anche una ventina di uova con sorpresa con ingressi gratuiti allo zoo, una tantum o per tutta la stagione. Maggiori informazioni le potete trovare cliccando qui.

Per chi decidesse di trascorrere la Pasqua a Parigi, consiglio di cominciare il tran tran delle prenotazioni, inutile dire che è una destinazione molto ambita. Provate a cercare voli low cost su ryanair o su edreams. Mentre per gli alberghi lasciate ispirarvi dalle offerte proposte da booking.com oppure trivago.

Nessun commento:

Posta un commento