Ogni viaggio un esame..

Itinerario dei 4 musei alternativi più interessanti di Parigi

Visitare Parigi significa immergersi in un patrimonio storico, artistico, architettonico e culturale tra i più preziosi al mondo. Tanti i volti di Parigi e tante le attrazioni da scoprire.
Budgetplaces.com propone un itinerario alternativo alla scoperta di 4 musei molto particolari custodi di storie, leggende, opere d’arte e stili della capitale Francese.

Parigi, città romantica per eccellenza non poteva non avere il Museo della vita romantica, situato nel quartiere Nouvelle-Athènes ai piedi di Montmartre nel IX arrondissement in 16 rue Chaptal.


photo credits
Percorrendo un lungo corridoio alberato si accede in un fantastico cortile circondato da roseti che con il loro profumo rendono ancor più romantica l’atmosfera. Superato il cortile si entra nel Museo dove si visita una bellissima villa che un tempo apparteneva al famoso pittore Ary Scheffer e suo nipote, lo scrittore Ernest Renan.

Qui si possono ammirare innumerevoli testimonianze dell’epoca romantica parigina attraverso quadri, dipinti, manoscritti, libri, musica. Di particolare fascino la sala del palazzo dedicata alla famosa romanziera George Sand donna liberale e amante di Chopin.

Ascoltare la musica di Chopin, gustare una buona fetta di torta nei giardini della villa godendosi l’atmosfera intima, raffinata e tranquilla è una delle cose più romantiche da fare nella capitale francese.

Nella Place des Vosges, prima piazza monumentale di Parigi dove ci sono ben trentasei edifici storici, si trova anche il la Maison Musée di Victor Hugo dove lo scrittore francese visse e morì.

Una casa-museo dove sono conservate le sue lettere d’amore scritte alla sua amata Juliette e i suoi classici, una collezione di manoscritti di ben 11.000 titoli e una serie di oggetti personali attraverso i quali si entra in contatto con la sua personalità, le sue idee, le sue virtù e le sue debolezze.
E per immergersi ancor di più nella sua vita si può partecipare alle attività letterarie organizzate nella casa-museo, come la lettura di libri, mostre e conferenze.

Uno scenario suggestivo ed impressionante, inoltre, è quello della Parigi sotterranea: una fitta rete di gallerie sotterranee che sono il risultato di scavi nel tufo effettuati già in epoca romana per portare alla luce materiali per la costruzione della città. I parigini le chiamano Catacombe e dipendono dal Museo di Carnavalet, museo della storia di Parigi. Un’intera città a 20 metri di profondità che rivela storie, miti e leggende e in cui oggi sono depositati più di sei milioni di scheletri, tra cui ossa di illustri personaggi.

Esplorare le catacombe, però, non significa vedere solo scheletri ma anche interi saloni con opere d’arte, sculture, graffiti, cantine di vino e birra o ascoltare dalle guide le storie sugli usi insoliti e stravaganti che i parigini hanno dato alla catacombe nel corso del tempo.

Ultima tappa di questo originale itinerario suggerito da budgetplaces.com è il Museo del Profumo, finanziato dalla marca Fragonard e situato in rue Scribe in un edifico storico costruito dall’architetto Lesoufacher. Parigi è considerata la culla mondiale del profumo e visitando questo museo si scoprono la tecnica e l’arte di produzione dei profumi. Tremila anni di storia del profumo presentati nei grandi saloni di questo museo attraverso l’esposizione di flaconi di profumo del XVII e del XVIII secolo e riproduzioni dei processi di produzione delle essenze.

Nessun commento:

Posta un commento