Ogni viaggio un esame..

La prossima estate vacanze a Palinuro

Ti stai informando per le vacanze della prossima estate 2017? 
Se stai cercando un luogo al mare, in Italia, ricco di storia, panorami, buon cibo il tutto al giusto prezzo, Palinuro è una delle migliori scelte che tu possa fare. Ecco qualche info in più per te su questa splendida cittadina.

Foto di Federico Lukkini 
Nome mitico legato alle antiche storie raccontate nell’Eneide, Palinuro oltre che essere una meravigliosa frazione balneare in provincia di Salerno, è stato anche epico nocchiero della flotta di Eneide. Oggi il comune appare come una dolce penisola che si estende sul mare di un blu intenso.

Sorge sull’omonimo promontorio e il punto più sporto sul mare prende il nome di Capo Palinuro. La zona è ben nota dal turismo italiano ed europeo per le sue spiagge, per i suoi graziosi anfratti naturalistici e soprattutto per le incredibili grotte, visitate dagli amanti del mare e delle immersioni.

Principale attrazione è quella della Grotta Azzurra, capace di regalare sensazioni indimenticabili. Tavolozza di colori marini, mare turchese e raggi solari che filtrano leggermente creano sulle pareti riverberi da favola. Sia la grotta Azzurra, sia le molte altre presenti nel territorio fin dalla preistoria offrirono riparo agli uomini che segnarono il territorio con pitture e incisioni.

Il consiglio è quello di partecipare a una delle numerose escursioni che quotidianamente partono dal porto di Palinuro e superando il Capo Palinuro, eccezionale anfiteatro naturale si potranno ammirare in sequenza le Grotte d’Argento, la grotta del Sangue e quella dei monaci. Il nome delle tre grotte è dato dagli effetti ottici che vi si potranno ammirare; nell’una il riverbero del sole, nell’altra il colore rossastro del mare dato dalle piccole alghe rosse e nella terza la presenza di stalattiti che somigliano a molti monaci al momento della preghiera.

Per fare il bagno nell’acqua sulfurea consigliamo Cala Fetente, mentre per riposare su di una granella di roccia da non perdere è Cala del Buon Dormire. Fra le altre Grotte che è impossibile non visitare quella delle ossa e del Visco, all’interno delle quali sono state ritrovate appunto ossa dell’homo Camarotensis, contemporaneo di quello di Neanderthal.
Non da meno la Grotta dei Porci e quella del Ciclope all’interno della quale oggi è ospitata una bella discoteca.

Nessun commento:

Posta un commento