Ogni viaggio un esame..

Giardini di Naxos: cosa c'è da vedere?

Noti anche con il nome di Giaddini o Giaddina, i Giardini di Naxos sono un piccolo e caratteristico comune siciliano, in provincia di Messina. La zona abitata fin dall’antichità solo di recente ha riscoperto una imponente vocazione turistica, dettata principalmente dal fascino delle spiagge e dall’ospitalità degli abitanti.

Ricca di bellezze naturalistiche la cittadina offre inoltre una miriade di attrazioni culturali e artistiche, tutte da visitare in escursioni guidate o più semplicemente passeggiando lungo le strette e romantiche viuzze.

Foto di Missquarell
Il centro storico è infatti particolarmente caratteristico, e trascina il visitatore indietro nel tempo di secoli. Il pellegrinaggio porterà alla riscoperta del Museo Archeologico Nazionale, dove potrete ripercorrere la storia antica della cittadina un tempo chiamata Nasso o la chiesa di Santa Maria della Raccomandata. La struttura religiosa fu costruita nel XVIII secolo e più volte fu rivista e rimaneggiata tanto da denaturalizzare l’architettura originale. Al suo interno oggi si potranno ammirare numerose opere di artisti del luogo.

Non da meno la chiesa di San Pantaleo, dalle antichissime origini. Pare la struttura iniziale fu eretta niente meno che dai normanni. Di proprietà privata il Castello di Schisò è tutto un mistero dato che ancora non si hanno informazioni certe sulla sua fondazione.

Per gli amanti dell’archeologia sarà possibile invece visitare il Parco Archeologico di Naxos, all’interno del quale si potrà ammirare il fantasma dell’antica città che venne costruita durante il 734 a.C. e fu distrutta qualche secolo più tardi, durante il 403 a.C.

La cittadina nuova sprofonda letteralmente entro un mare turchese e frizzante che durante la stagione estiva attira numerosi vacanzieri. Meravigliose spiagge, indimenticabili fondali e cucina tipica rendono la vacanza un affascinante mix di divertimento, relax, benessere, folclore, tradizione, cultura e arte.

Nessun commento:

Posta un commento