Ogni viaggio un esame..

Guida a Tel Aviv: mare, sport e vita notturna

Quando si nomina questa città le prime immagini che saltano alla mente sono party sfrenati, spiagge gremite di gente che balla fino al mattino e coppie gay che passeggiano e si baciano per la strada. Tel Aviv è la capitale del turismo gay, ma la sua forza non è nella trasgressione, perché qui, l’omosessualità e l’essere diversi non significa trasgredire. Essere sé stessi è semplicemente la normalità.

crediti
Strano vero? Nello stato di Israele dove la Città Santa, Gerusalemme, è meta di pellegrinaggi, raccoglimento e preghiera, convive una metropoli dove tutto è concesso e dove l’unico interesse è quello di divertirsi e lasciarsi andare, essere quello che si è senza freni né pregiudizi.

Ma Tel Aviv non è solo questo, non solo coppie gay che si tengono per mano…non solo night e discoteche per ballare da mattino a sera. Centro economico del paese, sede di tutte le ambasciate straniere in territorio di Israele, Tel Aviv è anche mare, sole e spiaggia, è cultura, storia, arte contemporanea e architettura, mercatini freak ed enormi centri commerciali.

Cosa vedere e cosa fare nei dintorni

Jaffa è una cittadina a sud di Tel Aviv: il più antico porto del mondo ancora in funzione, un centro urbano antico di 5000 anni che accoglie tra le sue strade antiche, costruite in stile turco, turisti e benestanti di Tel Aviv che vogliono trascorrere fine settimana e vacanze tranquille. Centro artistico della zona, con le sue numerose gallerie d’arte e i negozietti di artigianato, è famosa per i suoi mercatini e può essere raggiunta con una passeggiata di poco più di 2 chilometri lungo la spiaggia o il lungomare della città.

Museo d’Arte 

Il Museo d’arte di Tel Aviv è il più importante centro artistico e culturale della città. Ospita opere di artisti israeliani e non, molto importante la raccolta di opere impressioniste, con lavori dei grandi Matisse, Modigliani, Pisarro e Chagall. Molto interessante il tour in autobus – incluso nel prezzo del biglietto – che tocca i luoghi più importanti storicamente ed architettonicamente di Tel Aviv.

Mare e spiaggia 

Alcune delle spiagge di Tel Aviv sono considerate tra le più belle del mondo, situate a due passi dal centro, sorgendo la città sulla costa del Mediterraneo. La varietà delle spiagge attrezzate di Tel Aviv rispecchia quella che è l’enorme eterogeneità della popolazione di questa città: spiagge nudiste, spiagge gay, spiagge per cani e, addirittura, spiagge religiose, dove a giorni alterni possono balneare solo uomini o solo donne. Gordon Beach è ideale per una corsetta mattutina, mentre Hilton Beach è la preferita di gran parte dei giovani e prediletta dai surfisti, Charles Clore Beach, nel fine settimana, viene invasa dalle famiglie e mentre Banana Beach accoglie le persone più in di Tel Aviv.

Surf, windsurf e kitesurf 

Hilton Beach è una delle migliori per imparare surf e kayak in Israele. Tuttavia questa spiaggia non è certo l’unica, soprattutto per sportivi già rodati ed esperti: con i suoi venti chilometri di costa, Tel Aviv, offre diverse possibilità, tanto migliori se si avrà voglia di spostarsi verso l’esterno: West Shere, in direzione sud vicino a Jaffa, è ideale per il surf, mentre Dolfinarium è raccomandabile e gettonatissima per il kitesurf.

Non solo i surfisti israeliani e stranieri – grazie al clima favorevole tutto l’anno – cavalcano le onde di questo Mediterraneo così insolito da sembrare quasi un oceano, ma anche i bambini amano questo sport, e la mattina presto prima di iniziare i loro corsi, gridano “Boker Tov, Yam!” – Buongiorno mare! -.

Come raggiungerla

attualmente è collegata all’Italia da diverse compagnie aeree: Meridiana, El Al Israel, KLM, Alitalia ed altre compagnie collegano Tel Aviv a Roma, Milano, Verona, Olbia e Cagliari.

Nessun commento:

Posta un commento