Ogni viaggio un esame..

Cosa vedere a Malta in un weekend

È vicina, piccola ma ricca di storia e con un patrimonio naturale invidiabile: l’isola di Malta è infatti la destinazione perfetta per vivere un fine settimana indimenticabile. Di seguito vediamo cosa vedere a Malta in un weekend e come arrivarci.

Non solo l’incredibile mare cristallino e i fondali da favola della Blue Lagoon: Malta è il connubio perfetto tra natura e cultura, con ben tre siti UNESCO a poca distanza fra loro, compreso l’unico tempio preistorico sotterraneo del Mondo e i templi megalitici di Gozo, costruiti – secondo la leggenda – proprio da giganti.



Come arrivare a Malta

Incominciamo però col capire come si arriva all'arcipelago maltese, composto da Malta, Gozo e Comino. Per arrivare a Malta sarà necessario prendere un aereo o un traghetto. Sono molte le compagnie aeree che uniscono lo Stivale con l’isola di Malta, comprese quelle low cost, mentre vi è un unico collegamento marittimo diretto, che parte dalla Sicilia. I traghetti della compagnia maltese Virtu-Ferries copre la tratta che va dal porto di Pozzallo al porto di Floriana, con navi e catamarani che possono portare fino a 800 persone.

Le migliori cose da vedere a Malta

Innanzitutto la capitale: La Valletta è una città-fortezza con ben 7.000 anni di storia, piena di attrattività, ma piccola e visitabile comodamente in una giornata. Il suo centro storico, composto da pittoresche viuzze e affascinanti balconi colorati, è patrimonio mondiale UNESCO e offre innumerevoli musei, chiese e palazzi barocchi. La Cattedrale di St. John è custode di ben due opere di Caravaggio, mentre dai silenziosi e curati giardini degli Upper Baracca Gardens sarà possibile ammirare il panorama su Vittoriosa, Senglea e Cospicua.

Impossibile poi non visitare M’dina, antica capitale di Malta e vecchia ben 4.000 anni. La “Città Silente” ospita antichissimi palazzi di stile barocco e medioevale, residenze delle famiglie nobili maltesi. Sin dal 1.600 la Cattedrale di San Paolo è testimone delle tante civiltà che hanno vissuto e combattuto in quest’isola, tra cui i normanni nel suo Palazzo Falson, oggi custode di pregiati tesori quali argenti, arazzi e opere di Van Dyck.

Al nord-est di Malta si trova l’isola di Gozo, facilmente raggiungibile dai tanti traghetti che partono dal porto di Cirkewwa. In questo meraviglioso lembo di terra si trovano i Templi di Ggantjia, patrimonio UNESCO che risalgono al 3.600 a.C. e che, viste le loro dimensioni colossali, si dice sono stati costruiti da giganti. Da non perdere a Gozo anche la famosa Grotta di Calipso, da dove si può contemplare un panorama davvero unico.

Riconosciuto dall’UNESCO anche l’Ipogeo di Hal Saflieni che si trova a Paola, a circa 5 km da La Valletta, unico tempio preistorico sotterraneo del mondo e dove sono stati ritrovati oltre 7.000 scheletri.

Infine, il paradiso marino di Malta: la Blue Lagoon o Bejn il-kmiemen sull’isola di Comino. Impossibile non adorare una baia così luminosa, che si affaccia su acque delle diverse sfumature di turchese e blu, ricche di pesciolini e splendidi fondali. Gli appassionati degli immersioni subacquee - e non solo - rimarranno sicuramente stupiti dalla bellezza della laguna blu, che può essere un po’ affollata d’estate ma che senz'ombra di dubbio merita una visita.

Nessun commento:

Posta un commento