Ogni viaggio un esame..

La Russia oltre il Cremlino: il panorama artistico di Mosca

Sfatiamo subito un mito. La piazza Rossa di Mosca… non è una piazza. Fondata nel 15 ° secolo, fu inizialmente chiamata Trinity Square (per la presenza in quel periodo della cattedrale della Trinità). Successivamente divenne “Krasnaya Ploschad”, che in russo antico significava “bella piazza” mentre oggi è diventata piazza rossa.

Parlando di Mosca, ovviamente, vengono in mente la piazza principale e il Cremlino.

credits

Ma la capitale dell’ex Unione Sovietica non è solo questo. La Piazza Rossa è certamente il centro di governo, del commercio e della storia di questa città, e nell’enorme zona si trovano
Il Cremlino, il Museo Storico di Stato e la Cattedrale di San Basilio oltre alla celebre tomba di Lenin, ma oltre a questo, cosa ha di straordinario questa città?

I grandi monumenti, le attività culturali, la vita notturna sono il piatto forte della capitale dell’ex Unione Sovietica. Oggi faremo, quindi, un tour artistico, tra teatri, balletti e concert hall. La compagnia dell’Opera e del Balletto di Mosca è la prova più eclatante della maestosità artistica di questa città. Chiunque visiti la capitale dovrebbe fare un salto a teatro per assistere ad una delle tante straordinarie performance.

Il costo dei biglietti non è molto alto e possono essere acquistati sia a teatro stesso che all’interno degli alberghi o dei chioschi che si trovano in mezzo alla strada. Mai comprarli, invece, dai bagarini la sera stessa dell’esibizione. Di solito, infatti, i prezzi sono molto più alti. La fama internazionale di questa compagnia è dovuta al regista teatrale Yuri Grigorovich, grazie ai tour mondiali tra il 1964 e il 1995. Lo stesso teatro di Bolshoi, sede dell’Opera e del Balletto di Mosca, è un bellissimo edificio neo-classico, rinomato, soprattutto, per la sua qualità acustica.

Proseguendo nel nostro percorso artistico di Mosca troviamo il Tchaikovsky Concert Hall che ospita un ricco programma di concerti, festival e spettacoli di danza nazionale.
Non bisogna dimenticare poi il Maly Teatr, famoso per le commedie di satira politica e sociale, soprattutto durante il 19° secolo.

La nostra tappa successiva è invece al Taganka Comedy Theater, noto per la messa in scena di diversi classici moderni come “Il dottor Zivago” e “Il Maestro e Margarita”.
Se invece di teatro, balletto e opera le vostre preferenze sono legate alla letteratura, non perdete l’occasione di visitare le case dove Anton Cechov, Leo Tolstoy e Maxim Gorky hanno trascorso parte della loro vita.

Il suggerimento finale è legato al cinema. Se siete fortunati, infatti, potreste assistere ad opere famosissime come “La corazzata Potemkin” e “Ivan il Terribile”, quindi date sempre un occhio ai giornali quando siete in città perché poter vedere il lungometraggio con la prima diapositiva a colori nella storia del cinema, nella terra dove è stato girato, non ha prezzo.

Nessun commento:

Posta un commento