Ogni viaggio un esame..

3 notti ad Istanbul con meno di 200 euro: ecco come

Antica città di Costantinopoli, capitale del mondo orientale e crocevia di culture e contraddizioni Istanbul situata su entrambi i lati del Bosforo collega Asia ed Europa sia letteralmente che figuratamente. Ciò la carica di fascino e magia e la distingue dal resto delle grandi città europee.

Il periodo migliore per visitarla è da aprile a giugno e da settembre ad ottobre che corrispondono alla primavera e all’autunno, stagioni in cui le temperature sono miti e le strade non sono molto affollate per cui è piacevole passeggiare e perdersi nelle sue vie un tempo percorse da crociati.


photo credits
Una città ricca dal punto di vista storico, culturale e culinario ma anche una meta low cost. Organizzare un viaggio ad Istanbul con 200 euro è possibile. Ed allora seguite il mio itinerario per una vacanza tipo di tre giorni:

Dall’Italia non ci sono molti voli low cost diretti per Istanbul, la compagnia più conveniente è la blu-express ma suggerisco di cercare tra le offerte di un buon motore di ricerca di voli low cost come volilowcost.it. Al momento la tariffa più conveniente per un viaggio andata ritorno Roma Istanbul è di 100 euro con partenza da Roma venerdì 25 maggio e ritorno lunedì 28 maggio.

Abbiamo già speso i primi 100 euro e dobbiamo ancora mangiare, dormire e visitare la città. Diamoci da fare! Su tui.it possiamo prenotare hotel a soli 18 euro a notte e scegliamo l’ Hush Hostel Lounge, hotel recentemente ristrutturato situato nella parte asiatica della città, uno dei quartieri più popolati di Istanbul e con servizio navetta da/per l’aeroporto.

In totale viaggio e pernottamento ci costano 154 euro. Ci restano meno di 50 euro per divertirci, visitare i monumenti e gustare le specialità culinarie.

In questa città che trasuda di bellezze ci sono alcune attrazioni da non perdere:la Moschea Blu, la più grande di tutte le moschee ottomane, il cui ingresso è gratuito, l’ Aya Sofya, il monumento più famoso di Istanbul e per quasi mille anni la chiesa più grande del mondo cristiano e la cui visita costa 9 euro, Palazzo TopKapi, antica sede dei sultani dell’impero ottomano con quattro corti e l’harem (l’ingresso al palazzo costa 7 euro e all’harem 5 euro) e le innumerevoli moschee e gli edifici relgiosi.

In più ci sono posti da visitare assolutamente come il quartiere Sultanahmet da girare a piedi che permette di scoprire meravigliose sorprese dal fascino imperiale e il Gran Bazar il più antico e grande mercato del mondo dove andare alla ricerca di oggetti storici e, contrattando con i venditori, accaparrarseli a pochi euro.

Il tour culturale della capitale turca è costato 21 euro ai quali aggiungere qualche euro per i trasporti.
Abbiamo circa 46 per mangiare e divertirci. Dove la città ti permette di risparmiare davvero è il cibo, perché una cena costa in media 4 euro e solo se vai nello zone più turistiche si può arrivare a 10 euro. Quindi mangiare per tre giorni ad Istanbul costa grosso modo 30 euro.

Infine consiglio di aggiungere 15 euro ai 16 restanti e di regalarsi qualche ora di coccole e piaceri in uno dei due principali hammam della capitale, Cağaloğlu Hamami e Cemberlitas Hamami, strutture termali di grande tradizioni dove purificare corpo e anima.

Nessun commento:

Posta un commento