Ogni viaggio un esame..

Tour tra i migliori cioccolatai del Piemonte

La vacanza dei golosi e più precisamente degli amanti della cioccolata non può che avere come destinazione la regione piemontese, dove si è sviluppata l’ arte della cioccolata della quale i piemontesi sono dei veri e propri maestri e che ormai vanta una tradizione secolare.

Furono i regnanti di Casa Savoia a portare in Piemonte il cacao da poco scoperto in Messico, fino a quel momento utilizzato solo come bevanda, e furono loro a ottenerne la forma solida e cioccolatosa.


photo credits
E così nel corso degli anni le piccole pasticcerie si sono ingrandite e i gli artisti cioccolatieri hanno creato quei sapori che oggi sono famosi in tutto il mondo, dai baci di Cherasco, alle nocciole di Cortemilia, ai nocciolini di Chivasso, ai gianduiotti, ai tartufi dolci, etc..

Torino, la capitale del cioccolato confermata città simbolo del più importante Distretto del Cioccolato Made in Italy, è la prima tappa di un tour tra le migliori cioccolaterie del Piemonte.

Suggeriamo di iniziare il goloso percorso torinese dal Caffè Baratti & Milano, storico locale che aprì nel 1858 in Via Dora Grossa e nel 1875 si trasferì nella Galleria dell’industria subalpina a Piazza Castello. I suoi clienti vengono accolti in un’elegante sala che non ha eguali per bellezza e ricchezza dei decori e che si affaccia sulla Galleria e qui possono sorseggiare una squisita cioccolata con panna montato preparata a mano.

Accanto a questo storico caffè si trova il grazioso Caffè Mulasanno che prepara un’ottima cioccolata, ma non quanto quella del Caffè Platti in corso Vittorio Emanuele che arricchisce il sapore della cioccolata con Cointreau e scorzetta d’arancia. Ed ancora consigliamo una sosta ad Al Bicerin, il cui nome deriva dalla bevanda qui inventata e diventata quella simbolo di Torino. Il bicerin è composto da caffè espresso appena fatto, cioccolata e crema di latte fresca.

Infine non può mancare una visita alla cioccolateria artigianale di Guido Gobino a Via Lagrange, un vero e proprio paradiso dove al piacere di sorseggiare una buona cioccolata si aggiungono percorsi di degustazioni estreme tra olfattori e installazioni video e sonore.

Da Torino ci spostiamo nella regione delle Langhe, area collinare tra Cuneo e Savona, e precisamente nel borgo medievale di Cherasco in provincia di Cuneo nella pasticceria Marco Barbero dove nel 1881 sono stati inventati i baci di Cherasco, irregolari frammenti di nocciola amalgamati con finissimo cioccolato fondente ed inizialmente chiamati cioccolatini fantasia.

Ma Cherasco non è l’unica sosta da fare nelle Langhe, da non perdere Casale Monferrato per i Krumiri rossi in pasta frolle artigianale, Pollenzo, sede dell’Università degli studi di scienze gastronomiche e dulcis in fundo Borgo San Dalmazzo, città del cioccolato dove si trova un famoso Laboratorio artigiano del cioccolato, aperto nel 1998 da Davide Sciandra e che propone numerose specialità: cuneesi al rhum, al marrone, barolo chinato, moscato, grappa e genepy, delizie alla nocciola, baci di Cuneo, etc.

Ultima tappa delle Langhe e del nostro tour goloso è Cortemilia, indiscussa capitale della nocciola tonda gentile di Langa, una delle migliori varietà al mondo a cui è stata riconosciuta l’ I.G.P. Qui ogni anno ad agosto viene organizzata una la Sagra delle Nocciole.

Nessun commento:

Posta un commento