Le isole della Grecia meno turistiche


Cerchi un’idea per una vacanza fuori dal comune, lontana dalle destinazioni colpite dal turismo di massa? La risposta sta nelle innumerevoli isole greche o meglio in quelle ancora poco conosciute e frequentate che mostrano il volto antico e vero della Grecia.
photo credits
Isole Diapontie: la Grecia di Ulisse

Othonì, Erikoussa e Mathraki: tre isolette al largo della costa nordoccidentale di Corfù poco conosciute e per questo particolarmente economiche. Paradisi naturali incontaminati dove il tempo si è fermato e la vita scorre lenta anche se non lontane dalle più celebri Ionie, Cefalonia, Zante, Paxos e Lefkada.

Othonì, la più grande delle tre isole, incanta per le sue coste ripide e rocciose bagnate da acqua cristallina e per la spiaggia di Aspri Ammo con la grotta di Calipso dove si narra Calipso stregò e tenne prigioniero Ulisse.

La più frequentata delle isole Diapontie è invece Erikoussa, isola rotonda con una diametro di appena 2 km e sei centri abitati caratterizzata da una natura dolce: colline verdi, mare turchese, sabbia dorata e centinaia di cespugli di erika.

Mathraki, infine, vanta una vegetazione fitta e rigogliosa e spiagge dalla sabbia fine e rossastra ed è circondata da banchi di sabbia e scogliere. Isola piccola e deserta anche in agosto.

Andros 

Lunga e stretta Andros è l’isola più a nord dell’arcipelago delle Cicladi ed è la destinazione preferita dai turisti greci mentre è poco nota alle orde dei turisti stranieri. Non ha proprio nulla da invidiare alle più famose isole greche perché incanta con il suo variegato paesaggio: montagne scoscese, burroni, gole profonde, torrenti, valli verdeggianti coltivate a olivi, fichi, arance, limoni e viti, ma soprattutto bellissime spiagge dal mare cristallino.

Contesto paesaggistico paradisiaco e stile tipicamente cicladico grazie alla presenza di mulini a vento blu e bianchi e barchette da pesca sul mare cristallino. Il perché quest’isola sia sconosciuta al turismo di massa non si sa.

Da visitare la Chora, il capoluogo dell’isola, un piccolo borgo di pescatori che si apre su una meravigliosa baia lasciando senza fiato e precorrendo un piccolo ponticello si raggiungono le rovine di un’antica fortezza veneziana. Di notevole fascino anche il villaggio Vatsi dove ci sono i migliori hotel e il porto Gravio. Le spiagge imperdibili sono Golden Beach, Vitala Beach e Vlihada.

Le piccole Cicladi

Koufonissi, Iraklia, Schinoussa, e Donoussa sono la destinazione ideale per chi vuole andare controcorrente o è stanco delle solite mete consigliate dalle agenzie. Si tratta di quattro isolette a sud di Naxos nel mar Egeo che rappresentano il lato più autentico della Grecia e ti permettono di godere della vera atmofera ellenica.

La parola d’ordine della vacanze nelle piccole Cicladi è relax. Niente stress da motorini, niente spiagge affolate,ma solo natura selvaggia, acqua cristallina, poche taverne dove gustare la vera cucina greca e pochi locali per chi ama la vita mondana.

Raggiungerle dall’Italia è semplice: si arriva con l’aereo ad Atene da dove si prende un traghetto dal Pireo oppure si può atterrare direttamente a Naxos da dove una barca ti porta alle isolette.

Annunci